5.11.2020, 15:25

Nei primi tre trimestri ŠKODA AUTO realizza un risultato operativo di 469 milioni di euro

  • Da gennaio a settembre, nonostante la pandemia di coronavirus, ŠKODA AUTO consegna in tutto il mondo 721'900 veicoli ai clienti.
  • Il fatturato del gruppo ŠKODA AUTO* ammonta nei primi tre trimestri a oltre 12 miliardi di euro con una redditività delle vendite del 3,9%.
  • Risultato operativo nettamente positivo di 469 milioni di euro in un ambito commerciale difficile
  • Prima mondiale di successo dello ŠKODA ENYAQ iV a inizio settembre a Praga,
    prenotazione online iniziata, lancio sul mercato del SUV puramente elettrico a batteria a primavera del 2021
  • Le consegne e i risultati nel quarto trimestre dipendono dall'evoluzione dell'attuale situazione dovuta alla COVID-19 in Repubblica Ceca e nell'Unione europea, nonché dalle misure per la tutela della salute.

Mladá Boleslav / Cham, 5 novembre 2020 – ŠKODA AUTO ha consegnato nei primi nove mesi del 2020 in tutto il mondo 721'900 veicoli ai clienti (–21,0%). Dopo l'ampio ripristino dei canali di vendita nel terzo trimestre, a settembre le consegne internazionali della casa automobilistica sono state nuovamente superiori all'anno precedente. Complessivamente il gruppo ŠKODA AUTO* ha realizzato a fine settembre un risultato operativo nettamente positivo di 469 milioni di euro. Anche gli altri indicatori finanziari rispecchiano la stabilizzazione generale, tuttavia continuano a essere fortemente influenzati dagli effetti delle misure prese per contenere la pandemia di coronavirus. Il fatturato di ŠKODA AUTO ammonta nei primi tre trimestri del 2020 a oltre 12 miliardi di euro, mentre la redditività delle vendite è del 3,9%.

Dopo il forte impatto sulle consegne e sulle cifre finanziarie di ŠKODA AUTO nel primo semestre a causa delle vaste restrizioni mondiali per il contenimento della prima ondata della pandemia di COVID 19, la casa automobilistica ceca ha ripreso notevole slancio nello scorso terzo trimestre. Grazie ai canali di vendita funzionanti di nuovo in modo stabile e ai programmi di restart su misura delle condizioni dei mercati, ŠKODA AUTO è stata in grado di consegnare 295'200 veicoli ai clienti. Complessivamente il gruppo ŠKODA AUTO* ha effettuato nei primi tre trimestri 721'900 consegne di veicoli ai clienti, con un calo del 21,0% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. I motivi sono dovuti alle notevoli compromissioni dei mercati, nonché alle interruzioni della produzione a causa del periodo di chiusura di 39 giorni delle fabbriche durante il secondo trimestre. Attualmente in Repubblica Ceca questi non possono essere compensati nel resto dell'anno a causa di nuove possibili limitazioni alla produzione a causa di COVID-19. A settembre, con 102'000 veicoli consegnati, ŠKODA AUTO era al di sopra del livello dell'anno precedente (+2,6%). Il risultato operativo del gruppo ŠKODA AUTO* ammontava nei primi tre trimestri a 469 milioni di euro e la redditività delle vendite al 3,9%.

Klaus-Dieter Schürmann, direttore ŠKODA AUTO per le finanze e il settore informatico, sottolinea: «Gli indicatori finanziari per il terzo trimestre dimostrano che la nostra disciplina massima dei costi si ripaga. Il nostro programma a breve termine lanciato in più per la riduzione di costi e oneri è efficace, come anche le misure per l'ottimizzazione del patrimonio circolante e la liquidità. Stiamo osservando con molta attenzione l'attuale sviluppo della situazione della COVID-19. Effettueremo altri passi per compensare gli effetti finanziari delle misure di nuovo inasprite per contenere il virus.»

L'azienda si attiene ai suoi obiettivi a medio termine, portando avanti con decisione la più grande offensiva di modelli della sua storia aziendale: a inizio settembre, lo ŠKODA ENYAQ iV puramente elettrico a batteria ha celebrato la sua prima mondiale a Praga. Il lancio sul mercato internazionale del primo modello di serie ŠKODA basato sul sistema modulare di elettrificazione a elementi componibili (SME) del gruppo Volkswagen seguirà a primavera del 2021. La casa automobilistica prevede che il nuovo SUV porterà con sé nuovi impulsi positivi e la conquista di altri clienti per ŠKODA.

Il membro del consiglio di amministrazione ŠKODA AUTO e responsabile delle vendite e del marketing, Alain Favey sottolinea: «Negli ultimi tre mesi siamo riusciti a confermare la nostra rotta di successo nei mercati internazionali. Dall'inizio dell'anno i nostri concessionari stanno facendo l'impossibile per assistere i nostri clienti in questa situazione particolare nel miglior modo possibile. Inoltre, i nostri programmi restart hanno avuto gli effetti previsti. La nostra quota di mercato nell'Unione europea ha raggiunto a fine settembre un valore record del 5,4% superando il valore dell'anno precedente dello 0,6%. Sempre a settembre il numero di ordinativi e le consegne sono aumentati rispetto al mese precedente. L'ulteriore evoluzione delle consegne dei nostri veicoli è legata a doppio filo con l'andamento dell'attuale ondata di COVID-19. Pertanto, al momento, non è possibile effettuare una previsione valida per il quarto trimestre.»

 

Gruppo ŠKODA AUTO*: cifre nel confronto trimestrale, da gennaio a settembre 2020/2019**:

Gruppo ŠKODA AUTO*: cifre nel confronto trimestrale, da gennaio a settembre 2020/2019**

Nei primi nove mesi ŠKODA consegna in tutto il mondo 721'900 veicoli.
Nei primi tre trimestri la casa automobilistica ceca consegna in tutto il mondo 721'900 veicoli ai clienti (da gennaio a settembre 2019: 913'700 veicoli; –21,0%).

In Europa occidentale le consegne scendono nei primi nove mesi del 21,2% fino a 312'900 unità (da gennaio a settembre 2019: 397'300 veicoli). Nel suo secondo mercato singolo per importanza al mondo, la Germania, nei primi tre trimestri del 2020 l'azienda registra 113'200 consegne ai clienti (da gennaio a settembre 2019: 146'300 veicoli; –22,6%). In Norvegia la cifra dei veicoli consegnati aumenta del 3,2% fino a 5'400 unità (da gennaio a settembre 2019: 5'200 veicoli).

In Europa centrale ŠKODA consegna nei primi nove mesi dell'anno 134'700 veicoli (da gennaio a settembre 2019: 159'500 veicoli; –15,6%). Sul proprio mercato domestico, la Repubblica Ceca, le consegne ai clienti scendono in questo periodo dell'11,3% a 62'300 veicoli (da gennaio a settembre 2019: 70'300 veicoli).

Nell'Europa dell'Est senza la Russia ŠKODA registra tra gennaio e settembre 27'400 consegne di veicoli, con un calo del 26,2% (da gennaio a settembre 2019: 37'200 veicoli).

In Russia ŠKODA aumenta del 6% nei primi tre trimestri e consegna 65'200 veicoli (da gennaio a settembre 2019: 61'500 veicoli).

Nel suo primo mercato singolo per importanza al mondo, la Cina, nei primi nove mesi del 2020 l'azienda registra 124'900 veicoli consegnati (da gennaio a settembre 2019: 194'500 veicoli; –35,8%).

In India le consegne scendono nei primi nove mesi del 21,2% fino a 6'800 unità (da gennaio a settembre 2019: 10'800 veicoli; –36,6%).

In Turchia ŠKODA registra nei primi tre trimestri dell'anno 15'800 consegne di veicoli con un aumento del 91,8% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente (da gennaio a settembre 2019: 8'200 veicoli).

Consegne del marchio ŠKODA nel terzo trimestre del 2020 ai clienti (in unità, arrotondate, per modello; +/– in percentuale rispetto all'anno precedente):

ŠKODA OCTAVIA (189'400; –29,6%)
ŠKODA KAROQ (96'500; –13,2%)
ŠKODA KODIAQ (96'300; –20,2%)
ŠKODA KAMIQ (90'600; +154,5%)
ŠKODA FABIA (77'600; –44,4%)
ŠKODA SUPERB (61'000; –20,8%)
ŠKODA RAPID (54'300; –50,5%)
ŠKODA SCALA (46'300; +120,9%)
ŠKODA CITIGO (vendita solo in Europa: 9'900; –)

Share this: