30.7.2021, 12:00

Solidità nel primo semestre: sostanziale crescita del risultato operativo e dei fatturati di ŠKODA AUTO

  • Primo semestre di successo nonostante le continue sfide correlate alla pandemia di coronavirus e la carenza di chip
  • Forte crescita: il risultato operativo aumenta del 327,2% a 974 milioni di euro rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso
  • Il fatturato del gruppo ŠKODA AUTO* da gennaio a giugno registra un incremento del 35,2% rispetto all'anno precedente, raggiungendo quota 10'199 miliardi di euro
  • Con il 9,6%, redditività delle vendite a un livello molto elevato
  • Le consegne mondiali ai clienti nel primo semestre crescono del 20,8%, a quota 515'300 veicoli, rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso
  • La Svizzera aumenta le consegne nel primo semestre 2021 del 16,1%, a quota 9’743 veicoli, rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Mladá Boleslav / Cham, 30 luglio 2021 – Nel contesto delle continue sfide correlate alla pandemia globale di COVID-19 e della carenza di semiconduttori, ŠKODA AUTO è riuscita ad aumentare le consegne di veicoli nei primi sei mesi dell'anno di più di un quinto rispetto all'anno precedente. La casa automobilistica ha registrato crescite particolarmente sostenute delle consegne di veicoli in Russia (+54,3%), India (+31,2%), Europa orientale (+35,0%) ed Europa occidentale (+30,9%). Nel primo semestre del 2021, l'azienda aumenta il fatturato del 35,2% rispetto all'anno precedente raggiungendo quota 10'199 miliardi di euro, mentre il risultato operativo cresce significativamente del 327,2%, al livello di 974 milioni di euro nello stesso periodo, superando anche il dato dell'anno pre-pandemico 2019. Nel primo semestre la redditività delle vendite ha raggiunto un livello molto elevato, a quota 9,6%.

Thomas Schäfer, amministratore delegato ŠKODA AUTO, afferma: «Guardiamo in retrospettiva a un primo semestre solido. Nonostante la carenza di semiconduttori e l'impatto della pandemia di coronavirus, siamo persino riusciti a superare i risultati dell'anno pre-pandemico 2019. Mi congratulo con tutto il team ŠKODA per questa grande prestazione di squadra! Abbiamo così creato un'ottima base per attuare con successo la nostra nuova strategia aziendale ʻNEXT LEVEL – SKODA STRATEGY 2030ʼ».

Klaus-Dieter Schürmann, direttore per le finanze e il settore informatico di ŠKODA AUTO, aggiunge: «Il nostro programma di efficientamento sta avendo effetto. Grazie a un attento controllo dei costi e a ulteriori misure di ottimizzazione, soprattutto nelle vendite, siamo stati in grado di aumentare significativamente il risultato operativo e il fatturato nel primo semestre dell'anno. ŠKODA AUTO è redditizia su base duratura, con una redditività delle vendite del 9,6%, e le attività operative sono eccezionalmente solide. Guardo quindi con fiducia al secondo semestre dell'anno. Manterremo la nostra elevata disciplina dei costi».

Martin Jahn, direttore per le vendite e il marketing di ŠKODA AUTO, sottolinea: «Le cifre delle consegne del primo semestre parlano chiaro: la nostra offensiva in termini di prodotti sta incontrando il favore dei nostri clienti. Registriamo le crescite più significative in Russia e in Europa. Ulteriori impulsi alla crescita verranno forniti, dopo l'avvio di successo dell'ENYAQ iV, dai modelli recentemente aggiornati di KODIAQ e FABIA».

ŠKODA AUTO ha ripreso slancio dopo un 2020 difficile. Nel primo semestre, il fatturato ha evidenziato un incremento del 35,2% rispetto all'anno precedente raggiungendo quota 10'199 miliardi di euro.
La società è stata in grado di più che triplicare il suo risultato operativo nello stesso periodo rispetto all'anno precedente, a quota 974 milioni di euro. La redditività delle vendite è a un livello molto elevato del 9,6%. Il marchio ha incrementato le consegne mondiali ai clienti di più di un quinto, a quota 515'300 veicoli.

Con la nuova «NEXT LEVEL – ŠKODA STRATEGY 2030» la società guida con successo il decennio della trasformazione. Nell'ambito della strategia, ci si pone obiettivi ambiziosi nei settori crescita sostenibile, apertura di nuove regioni di vendita ed elettrificazione. Entro il 2030, ŠKODA AUTO vuole essere uno dei cinque marchi automobilistici con le vendite maggiori in Europa. Per raggiungere questo obiettivo, la casa automobilistica ceca si sta concentrando su modelli d'ingresso particolarmente accessibili e su un solido portafoglio di modelli elettrificati. Inoltre, ŠKODA diventerà il principale marchio europeo in India, Russia e Nordafrica e assumerà un'ulteriore responsabilità all'interno del gruppo Volkswagen. Insieme al gruppo e ai partner dei mondi politico ed economico, ŠKODA AUTO mira anche a sviluppare la sua terra natale, la Repubblica Ceca, in un hub per l'elettromobilità per garantire i posti di lavoro esistenti e crearne di nuovi.

Table_1_IT

Primo semestre 2021: ŠKODA AUTO consegna 515'300 veicoli a livello mondiale
Da gennaio a giugno la casa automobilistica ceca ha consegnato 515'300 veicoli a clienti in tutto il mondo e quindi il 20,8% in più rispetto al corrispondente periodo di riferimento dello scorso anno (primo semestre 2020: 426'700).

In Europa occidentale ŠKODA AUTO registra 237'900 consegne nel primo semestre dell'anno, il 30,9% in più rispetto al periodo da gennaio a giugno 2020. In Germania, il suo più grande mercato singolo in tutto il mondo, la società aumenta le consegne ai clienti del 19,4% rispetto all'anno precedente, a quota 75'900 veicoli (primo semestre del 2020: 63'600 veicoli).
In Svizzera le consegne nel primo semestre 2021 sono pari a 9’743 veicoli. Si tratta di un aumento del 16,1% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso (2020: 8’393).

In Europa centrale la casa automobilistica consegna 97'400 veicoli ai clienti nel primo semestre del 2021 (rispetto agli 84'400 da gennaio a giugno 2020; +15,4%). Nel mercato interno ceco, ŠKODA aumenta le consegne ai clienti dell'11,7% a 44'000 veicoli (39'400 nello stesso periodo dell'anno scorso).

Nell'Europa dell'Est esclusa la Russia la società registra un aumento delle consegne ai clienti del 35,0% a quota 22'500 veicoli (da gennaio a giugno 2020: 16'700)

In Russia il produttore ha consegnato 52'800 veicoli da gennaio a giugno, un dato non solo significativamente superiore rispetto allo stesso periodo dello scorso anno (primo semestre del 2020: 34'200; +54,3%), ma anche ai valori prima della pandemia di coronavirus.

In Cina le consegne ai clienti nel primo semestre del 2021 calano del 43,1%, a 44'000 unità (stesso periodo 2020: 77'400). Ciò è da ricondursi principalmente alla carenza di semiconduttori.

In India ŠKODA AUTO ha consegnato 4'900 veicoli da gennaio a giugno 2021 (primo semestre 2020: 3'700; +31,2%).

In Turchia il marchio registra una forte crescita nelle consegne di veicoli, pari al 129,8% (primo semestre 2021: 17'600; primo semestre 2020: 7'600)

Consegne del marchio ŠKODA in Svizzera ai clienti nel primo semestre 2021
(in unità, arrotondate, per modello; +/– in percentuale rispetto all’anno precedente):

ŠKODA OCTAVIA (2’790; –8,3%)
ŠKODA KAROQ (2’023; +41,9%)
ŠKODA KAMIQ (820; +9,0%)
ŠKODA KODIAQ (1’401; +4,8%)
ŠKODA FABIA (1’531; +101,4%)
ŠKODA SUPERB (413; –19,6%)
ŠKODA SCALA (296; –20,0%)
ŠKODA ENYAQ (331; –)
ŠKODA CITIGOe iV (vendita solo in Europa: 138; –27,0%)

Consegne mondiali del marchio ŠKODA ai clienti nel primo semestre 2021
(in unità, arrotondate, per modello; +/– in percentuale rispetto all’anno precedente):

ŠKODA OCTAVIA (121'000; +9,3%)
ŠKODA KAROQ (75'500; +34,3%)
ŠKODA KAMIQ (73'700; +40,4%)
ŠKODA KODIAQ (64'700; +6,5%)
ŠKODA FABIA (56'600; +17,7%)
ŠKODA SUPERB (40'100; +6,1%)
ŠKODA RAPID (37'900; +35,1%)
ŠKODA SCALA (28'000; +2,5%)
ŠKODA ENYAQ (14'600; -)
ŠKODA CITIGOe iV (vendita solo in Europa: 3'100; -40,4%)

Share this: